Quali Stati australiani stanno vietando la plastica monouso?

1° LUGLIO 2021

Grazie all'incredibile slancio ispirato dagli amanti dell'oceano, sei degli otto stati e territori australiani si sono impegnati a vietare la plastica monouso.

Tuttavia, dato che ogni giurisdizione si impegna a vietare diversi tipi di plastica, ci si potrebbe chiedere quale sia lo Stato che sta guidando la corsa al divieto della plastica monouso in Australia.

Per sapere quali plastiche ogni Stato si è impegnato a vietare e quando, consultare la pagella qui sotto.

Quali Stati australiani stanno vietando la plastica monouso?
Scarica la versione PDF

Ulteriori informazioni

Australia MeridionaleIl divieto di utilizzo della plastica monouso è entrato in vigore il 1° marzo 2021, Vietare le cannucce di plastica monouso, agitatori per bevande e posate. Il 1° marzo 2022 verranno aggiunti al divieto i contenitori per alimenti e bevande in polistirolo e le plastiche oxo-degradabili. Dettagli qui.

L'ATTO Il divieto del governo sulle posate di plastica monouso, sugli agitatori per bevande e sui contenitori di polistirolo per alimenti e bevande è iniziato il 1° luglio 2021, mentre le cannucce, i sacchetti barriera per frutta e verdura e le plastiche degradabili saranno eliminati gradualmente il 1° luglio 2022 a seguito di ulteriori consultazioni. Dettagli qui.

Il Queensland Il divieto del governo sulla plastica monouso è iniziato il 1° settembre 2021, vietando le cannucce di plastica monouso, gli agitatori per bevande, le posate, i piatti, le ciotole e i contenitori di polistirolo per alimenti e bevande. Dettagli qui.

Il Australia Occidentale Il governo si è impegnato a vietare piatti, ciotole, tazze, posate, agitatori, cannucce, sacchetti di plastica spessi, contenitori per alimenti in polistirolo e palloncini a elio entro il 2022. Nella seconda fase, che sarà completata entro il 2023, saranno vietati i bicchieri/coperchi di caffè da asporto contenenti plastica, i sacchetti di plastica per barriera/prodotti, i cotton fioc con fusto di plastica, gli imballaggi in polistirolo, le microsfere e la plastica oxo-degradabile. Dettagli qui.

VittoriaIl governo vittoriano si è impegnato a vietare la plastica monouso entro febbraio 2023, compresi cannucce, posate, piatti, agitatori per bevande, contenitori per alimenti e bevande in polistirolo e bastoncini di cotone in plastica. In una corrispondenza con l'AMCS, il Victorian Department of Environment, Land, Water and Planning ha confermato che anche la plastica oxo-degradabile sarà inclusa nel divieto. Dettagli qui.

Il Nuovo Galles del Sud Il governo si è impegnato a vietare i sacchetti di plastica monouso, le cannucce di plastica, gli agitatori, le posate, gli articoli per la ristorazione in polistirolo espanso, i bastoncini cotonati di plastica e le microperle nei cosmetici, che dovrebbero iniziare nel 2022 se le leggi saranno approvate quest'anno. Dettagli qui.

Tasmania e il Territorio del Nord non si sono impegnati a vietare la plastica monouso.

Impegni nazionali

Obiettivi nazionali di imballaggio in Australia ha fissato l'obiettivo di eliminare gradualmente le plastiche monouso problematiche entro il 2025.

In occasione di una riunione dei ministri dell'Ambiente federali, statali e territoriali tenutasi il 15 aprile 2021, i ministri hanno identificato otto tipi di prodotti in plastica "problematici e non necessari" che l'industria dovrà eliminare gradualmente a livello nazionale entro il 2025 (o prima in alcuni casi) nell'ambito del Piano d'azione nazionale per la politica dei rifiuti, anche se si tratta di un obiettivo volontario. Si tratta di sacchetti di plastica leggeri, prodotti di plastica definiti in modo fuorviante "degradabili", cannucce di plastica, utensili e agitatori di plastica, contenitori per alimenti in polistirene espanso (EPS) (ad esempio tazze e conchiglie), imballaggi per beni di consumo in EPS (sfusi e stampati) e microsfere nei prodotti per la cura della persona. Dettagli qui.

Ai sensi del Piano Nazionale Plasticail governo del Commonwealth si è impegnato a eliminare gradualmente gli imballaggi in polistirene sfuso e stampato entro luglio 2022, nonché le stoviglie in polistirene espanso, le plastiche oxo-degradabili e le etichette per imballaggi in PVC entro dicembre 2022.

Fonte: Società australiana per la conservazione marina

  • Sipping Towards Sustainability: Why the Hospitality Industry Needs Natural Drinking

    In recent years, the hospitality industry has been increasingly under pressure to adopt sustainable practices and increase customer satisfaction. Enter natural drinking straws—a simple yet impactful solution that not only addresses the plastic crisis but also allows enhanced drinking experience with a straw that won’t go soggy in your drink. Among these, Water Grass straws…
    Why the Hospitality Industry Needs Natural Drinking Straws
  • The Eco Green Straws Story

    In a world where environmental consciousness is more critical than ever, the search for sustainable alternatives to everyday items has led us to explore innovative solutions. One such remarkable discovery is the Eco Green Water Grass Straws – a testament to the power of nature and sustainable living and putting an end to your soggy…
    Eco Green Straws Story
  • Sip, Compost, Repeat with Eco Green Straws

    Hello, eco-warriors and hospitality enthusiasts! Today, we're diving into the green realm of Eco Green Straws, where every sip tells a story and composting becomes an act of environmental kindness. Join us as we unveil a comprehensive guide on how to compost these natural drinking straws in the hospitality industry. And remember, with Eco Green…
    Sip Compost Repeat with Eco Green Straws
  • it_IT